Skip to main content
Solidarietà dell'UE con l'Ucraina

In fuga dall'Ucraina: accesso al lavoro

Queste informazioni sono disponibili anche in: ucraino | українська | russo | русский

Accesso al mercato del lavoro

Le persone che beneficiano di una protezione temporanea dovrebbero poter esercitare un'attività lavorativa dipendente o autonoma, nonché ricevere una formazione professionale. Inoltre dovrebbero godere della parità di trattamento rispetto ai lavoratori negli Stati membri in termini di retribuzione e di altre condizioni. 

La Commissione: 

  • aiuta le persone che arrivano dall'Ucraina ad acquisire le competenze necessarie per accedere al mercato del lavoro dell'UE. Il sostegno può essere finanziato attraverso i finanziamenti della politica di coesione e la nuova azione di coesione per i rifugiati in Europa (CARE), nonché il Fondo Asilo, migrazione e integrazione. Ciò potrebbe includere assistenza come corsi di lingua, consulenza o formazione di base. 
  • Le competenze linguistiche e digitali di base possono essere sviluppate anche utilizzando le reti del patto per le competenze per collegare le autorità regionali, le organizzazioni educative e le ONG impegnate nel sostegno alle persone fuggite dall'Ucraina. 
  • La Commissione ha aggiunto la lingua ucraina allo strumento dell'UE per il profilo delle competenze per i cittadini di paesi terzi, con l'intento di aiutare le persone ucraine in cerca di lavoro e coloro che desiderano proseguire gli studi. 
  • La Commissione ha pubblicato una raccommandazione per facilitare il riconoscimento delle qualifiche professionali ottenute in Ucraina. Ciò renderà più facile per i datori di lavoro e gli istituti di formazione comprendere le competenze degli ucraini che arrivano nell'UE. 
  • La Fondazione europea per la formazione sostiene le autorità dell'UE, nazionali e ucraine rispetto ai quadri delle qualifiche ucraini ed europei. Ha creato una piattaforma di risorse per aiutare sia gli ucraini che chiedono assistenza a ottenere il riconoscimento delle loro qualifiche, sia coloro che hanno bisogno di aiuto per interpretarle. 
  • I servizi pubblici per l'impiego svolgeranno un ruolo chiave nelle politiche attive del mercato del lavoro per sfruttare le competenze dei nuovi arrivati e far incontrare domanda e offerta sul mercato del lavoro. 
  • La Commissione creerà inoltre un bacino di talenti dell'UE basato sul web per gli sfollati ucraini con l'obiettivo di abbinare le competenze alle offerte di lavoro.

Bacino di talenti dell'UE

La Commissione ha creato un bacino di talenti dell'UE basato sul web per aiutare le persone in fuga dall'invasione russa dell'Ucraina a trovare un lavoro nell'UE.

L'iniziativa pilota di un bacino di talenti dell'UE, disponibile in inglese, ucraino e russo, è attuata attraverso il portale EURES e riunisce servizi nazionali per l'impiego, agenzie per il lavoro private e datori di lavoro in tutta l'UE. EURES contiene oltre 3 milioni di offerte di lavoro e 4 000 datori di lavoro; inoltre nuovi datori di lavoro sono incoraggiati ad aderire.

L'iniziativa pilota relativa al bacino di talenti dell'UE è rivolta a tutte le persone in cerca di lavoro che godono della protezione temporanea prevista dalla direttiva UE sulla protezione temporanea o di una protezione adeguata ai sensi del diritto nazionale che riconosce loro il diritto al lavoro.

Dopo la registrazione, lo strumento guida le persone in cerca di lavoro attraverso una procedura che consente loro di individuare le competenze di cui dispongono e di caricare il loro CV. I CV pubblicati nel quadro dell'iniziativa pilota saranno visibili ai servizi pubblici per l'impiego di tutti i paesi partecipanti come pure ai datori di lavoro registrati di tutti i paesi che fanno parte della rete di cooperazione europea dei servizi per l'impiego (EURES). Le persone in cerca di lavoro possono anche consultare tutte le offerte di lavoro pubblicate sul portale EURES.

Bacino di talenti dell'UE

Informazioni fornite dai ministeri nazionali e dalle agenzie per l'impiego

Repubblica ceca